Ministero dell'Istruzione e del Merito

Seguici su:

I vini dell’Istituto Tecnico Agrario di Scerni protagonisti a Cividale del Friuli

I vini dell’Istituto Tecnico Agrario “Cosimo Ridolfi” di Scerni, ancora una volta, sono stati protagonisti del panorama enologico italiano. Questa volta a Cividale del Friuli (Ud) dove si è svolto il concorso nazionale “Bacco e Minerva” giunto alla sua XVIII edizione.

Le due giurie – una presieduta da un delegato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’altra composta dagli studenti del sesto anno delle scuole enologiche coordinata dal vicepresidente di Assoenologi del Friuli Venezia Giulia – sono state concordi nel premiare i vini dell’Istituto di Scerni. Il vino Abruzzo Doc Pecorino 2018 ha conquistato il gradino più alto nella categoria “Bianchi Doc e Docg” mentre una menzione speciale è stata assegnata al Cerasuolo d’Abruzzo.

«Un successo importante – afferma il Dirigente scolastico prof. Gaetano Luigi Fuiano – che si aggiunge ai numerosi riconoscimenti conquistati nei quasi 150 anni di storia dell’Istituto. Un’affermazione nata dalla collaborazione dei docenti, degli studenti, del personale che con la passione e l’impegno, quotidianamente, hanno reso la cantina didattica un’eccellenza nel panorama nazionale».

Nuove e grandi sfide aspettano la scuola e la cantina didattica che, da oltre 30 anni, continua a sperimentare e investire nella propria azienda agricola che conta ormai 17 differenti vitigni testati nei vigneti dell’Istituto e monitorati per mezzo del nuovissimo laboratorio droni al fine di valutare il grado di adattabilità e la resilienza alle mutate condizioni climatiche. Le micro-vinificazioni comparative consentono di chiudere la filiera e di valutare la risposta enologica dei singoli vitigni che, nel caso del Pecorino, si è imposto a Cividale sul gradino più alto del podio.

       

 

Il Convitto annesso all’Istituto Tecnico “C. Ridolfi” è un luogo di formazione umana, civile e culturale.

I servizi convittuali agevolano gli allievi la cui pendolarità risulterebbe gravosa ai fini di una regolare frequenza didattica. Il Convitto ospita fino a 100 ragazzi dal lunedì mattina fino al termine delle lezioni del venerdì.

I Docenti del Personale Educativo seguono gli alunni in ogni momento della giornata:

  • Affiancandoli nelle attività di studio (tutti i pomeriggi dalle ore 16,00 alle 17,15 e dalle ore 18,15 alle 19,15)
  • Promuovendo ed organizzando iniziative per il tempo libero a carattere culturale e ricreativo
  • Fornendo assistenza nelle ore notturne
  • Mantenendo contatti di collaborazione con i docenti dell’Agrario raccordandosi costantemente con le famiglie degli alunni.

Per i convittori che arrivano alla stazione ferroviaria di Casalbordino, l’Istituto Tecnico Agrario mette a disposizione il lunedì mattina, per l’inizio delle lezioni, e il venerdì, al termine delle lezioni per il ritorno a casa, un servizio di trasporto interno.

Il Convitto dispone di aree idonee per le attività ricreative e per le attività all’aperto, con organizzazione e partecipazione a tornei di calcio tra convitti e di calcetto con la possibilità di frequentare palestra e/o altre discipline sportive.

Dal lunedì al venerdì viene erogato il SERVIZIO MENSA con pasti preparati in sede dal personale interno dell’Istituto, cuochi e inservienti, presso la mensa del convitto.

Skip to content